Home Cronaca Città di Nettuno Baseball, il patron Fortini annuncia: “Siamo tornati a pieno...

Città di Nettuno Baseball, il patron Fortini annuncia: “Siamo tornati a pieno titolo in A1”

Arriva tramite una nota stampa divulgata dal Città di Nettuno Academy, in attesa di quella di conferma da parte della FIBS, l'annuncio che la squadra nettunese (che si aggiunge in A1 al Nettuno Baseball City) è stato ufficialmente ripescato nel massimo campionato di baseball italiano.

578
Arriva tramite una nota stampa divulgata dal Città di Nettuno Academy, in attesa di quella di conferma da parte della FIBS, l’annuncio che la squadra nettunese (che si aggiunge in A1 al Nettuno Baseball City) è stato ufficialmente ripescato nel massimo campionato di baseball italiano. La richiesta del Città di Nettuno del patron Piero Fortini era stata inoltrata alla federazione entro il 3dicembre. Entro oggi la Fibs chiedeva la presentazione di un piano di risanamento ufficiale per i debiti che la società aveva nei confronti della Fibs e tutto sembra andato per il verso giusto per la formazione nettunese.
“Abbiamo portato a compimento un grande lavoro iniziato nei mesi scorsi – ha dichiarato  il Patron del Città di Nettuno Piero Fortini – nei termini stabiliti dalla federazione abbiamo formalizzato la nostra iscrizione al campionato di SerieA1. Il ritorno nella massima serie era il nostro principale obiettivo quando abbiamo iniziato ad inizio 2017 il percorso insieme allo staff dirigenziale e tecnico dell’Academy. Abbiamo cercato di allestire un roster per cercare di vincere il campionato di Serie A Federale, ma i tempi erano troppo stretti per fare un mercato mirato alla promozione. Sul campo abbiamo fatto il massimo qualificandoci per la Wild Card dei playoff e arrivando nella finalissima di Coppa Italia. Mentre la stagione progrediva abbiamo iniziato a lavorare sul futuro per farci trovare pronti nel momento in cui, con la riforma del campionato, si poteva aprire l’opportunità dei ripescaggi. Oggi possiamo ben dire di aver fatto tutto nel migliore dei modi, abbiamo programmato bene e siamo a pieno titolo ritornati nel massimo campionato. Non era facile perchè quel tentativo di squadra unica tentato nel 2016 è stato un fallimento – continua Fortini – abbiamo pagato cara quella stagione. Non voglio più parlare di quello che ci hanno fatto, dico solo che non ci siamo dati per sconfitti. La nostra volontà di continuare ad esistere e di ritornare dove qualcuno voleva che noi non dovevamo esserci, è stata più forte di tutto e tutti. Volevano sostituirsi a noi, impossessarsi di tutto, come in passato era già successo con il benestare di chi chiudeva gli occhi e permetteva di tutto. Oggi fortunatamente i tempi sono cambiati. Ringrazio tutti coloro che ci hanno creduto, ringrazio chi mi è stato sempre vicino anche nei momenti più difficili, ricordandomi che potevamo farcela, che avevamo il dovere di difendere la storia che questo club rappresenta, anche quando facevamo la conta e non avevamo più giocatori per allestire un roster. Oggi c’è qualcun’altro in questa situazione. Grazie agli splendidi ragazzi che sono andati in campo con  orgoglio in serie A Federale, allo staff tecnico che ci ha messo la faccia in un momento non certo facile. Grazie ai dirigenti, in particolare Paolo Bernardi, Leo Mazzanti e Roby De Franceschi che hanno creduto nel progetto di far continuare a vivere il Città di Nettuno garantendogli alle spalle un grande settore giovanile. Raccogliamo i frutti di tutto il lavoro, diventato intenso da settembre ad oggi. Dovevamo costruire e programmare, costruire un roster e programmare un salto di categoria. Permettetemi di dire che siamo stati perfetti, un grande lavoro di squadra. Oggi siamo in SerieA1 e la squadra è gia praticamente completata”.