Home Attualità Malattie rare, la Onlus Il tuo bambino porta ad Anzio i medici...

Malattie rare, la Onlus Il tuo bambino porta ad Anzio i medici del Bambin Gesù

"Oggi è stata una delle più belle esperienze che da padre ho mai avuto... Dovete sapere che il Bambino Gesù da anni organizza progetti esterni all’ospedale,con l’obiettivo di monitorare le patologie e l’impatto che esse hanno sulle famiglie

480
CONDIVIDI
A sinistra Francesco Broccardo

“Oggi è stata una delle più belle esperienze che da padre ho mai avuto… Dovete sapere che il Bambino Gesù da anni organizza progetti esterni all’ospedale,con l’obiettivo di monitorare le patologie e l’impatto che esse hanno sulle famiglie anche attraverso giornate come questa. Ebbene, insieme al Primario di malattie rare metaboliche, il professor Carlo Dionisi Vici e altri tre specialisti tra cui il dottor Diego Martinelli e la Dottoressa Olivieri, noi della onlus “ IL TUO BAMBINO” abbiamo organizzato ad Anzio, sì proprio nel nostro fantastico paese, la chiusura di un progetto chiamato “Navitalia-fratelli a confronto”, iniziato già da anni in diverse città italiane, che tratta bambini di diverse patologie metaboliche rare quali, Difetto cobalamina C, Sclerosi tuberosa e Encefalopatie epilettiche”. Lo scrive in una nota stampa Francesco Broccardo, Presidente della Onlus Il Tuo Bambino.
“Questo incontro è avvenuto presso lo stabilimento balneare/ristorante ‘la Playa’ – spiega – i cui proprietari si sono messi a completa disposizione realizzando un pranzo fantastico con un’atmosfera unica. Durante questo incontro i ragazzi e i propri fratelli hanno condiviso un test preparato ad hoc dagli specialisti per poi esaminare i risultati in reparto… Ci siamo confrontati ed abbiamo condiviso insieme il pranzo con lunghe chiacchierate in merito alle nostre patologie. Vorrei ringraziare Patrizia Querini, donna fantastica e mamma eccezionale, il figlio Daniele il nipote Gian Maria e il marito Giuliano, il dottor Roberto Denni e sua moglie Cinzia Nanni, tutte le ragazze che compongono questa splendida associazione, che anche non presenti, hanno coordinato con me il tutto, un ringraziamento speciale a mia moglie Laura Nolfi per essere com’è e non abbasserò mai la guardia… Grazie, grazie, grazie”.

CONDIVIDI