Home Politica Strade provinciali, il Ministero stanzia i fondi per la manutenzione

Strade provinciali, il Ministero stanzia i fondi per la manutenzione

Anche le strade provinciali di Roma e Latina, tra cui quelle che ricadono nei comuni di Anzio e Nettuno, potranno contare, nel periodo che andrà dal 2018 al 2023, su nuovi finanziamenti per la messa in sicurezza.

93
CONDIVIDI
La via Nettunense

Anche le strade provinciali di Roma e Latina, tra cui quelle che ricadono nei comuni di Anzio e Nettuno, potranno contare, nel periodo che andrà dal 2018 al 2023, su nuovi finanziamenti per la messa in sicurezza. La Conferenza Stato-città e autonomie locali ha dato il via libera al riparto delle risorse (in tutto 1,6 miliardi di euro) messe a disposizione dal governo attraverso la Legge di bilancio 2018. Per quanto riguarda il Lazio, per le strade della provincia di Roma ci saranno 54 milioni di euro mentre per quella di Latina 15 milioni. In particolare le risorse sono state stanziate “per il finanziamento degli interventi relativi ai programmi straordinari di manutenzione della rete viaria di province e città metropolitane”. Lo stanziamento di 1,62 miliardi è stato ripartito su un periodo di sei anni, con 120 milioni di euro per il 2018 e 300 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2019 al 2023.

Il decreto Secondo quanto stabilito con il decreto i soldi, che saranno erogati entro il 30 giugno di ogni anno, non potranno essere utilizzati per realizzare nuove tratte di infrastrutture o interventi non di ambito stradale “ma solo – chiarisce il Ministero – per interventi di progettazione e di adeguamento normativo, miglioramento della sicurezza, percorsi per la tutela di utenti deboli, salvaguardia della pubblica incolumità, riduzione dell’inquinamento ambientale, riduzione del rischio da trasporti soprattutto quelli eccezionali, incremento della durabilità e riduzione dei costi, anche grazie alla programmazione pluriennale”. La speranza è che le amministrazioni locali riescano a fare pressioni affinché in queste somme siano inserite strade pericolosissime, come la via Nettunense e la via Acciarella, ma anche la Nettuno Velletri, che di interventi hanno davvero bisogno e il cui tasso di incidentalità è fine troppo noto.

Pubblicità