Home Politica Acqua con l’arsenico, l’Amministrazione di Nettuno vicina ai cittadini

Acqua con l’arsenico, l’Amministrazione di Nettuno vicina ai cittadini

"L'amministrazione assicura ai cittadini che la vicenda dell'acqua è seguita con costante e concreta attenzione

3998
CONDIVIDI
Il comune di Nettuno

“L’amministrazione assicura ai cittadini che la vicenda dell’acqua è seguita con costante e concreta attenzione e che ci sono continui contatti con vertici di Acqualatina – anche da parte del Sindaco personalmente – allo scopo di poter dare ai cittadini risposte alle legittime domande e alle difficoltà che stanno vivendo”. Questa la comunicazione inviata dall’Amministrazione comunale per fare luce su una situazione che in questi giorni agita gli animi.

“Quanto fatto finora – si legge ancora nel comunicato – ovvero l’immediato invito precauzionale a non usare l’acqua potabile trasformato in Ordinanza di divieto appena arrivate le analisi della ASL ieri 14 Agosto, la comunicazione tramite manifesti, sito istituzionale, pagina Facebook e comunicati a tutte le testate giornalistiche, il continuo sollecitare e monitorare l’effettivo servizio di rifornimento alla cittadinanza da parte di Acqualatina, il contatto con ristoratori, esercenti, e cittadini, il coinvolgimento della Protezione Civile tramite il responsabile della Polizia Locale finalizzato anche al raddoppio dell’autocisterna e ogni altra azione fatta in questi giorni in proposito – è tutto quanto era ed è nel potere di questa Amministrazione. Nella consapevolezza dei grandissimi disagi e dei danni che tale situazione comporta per la città. 

L’amministrazione ci tiene ad assicurare che la mancanza di ulteriori informazioni avvertita da alcuni cittadini non è affatto dovuta ad una distanza dai problemi della gente, ma al contrario era un’attesa impaziente di ricevere a sua volta le informazioni richieste costantemente ad Acqualatina che è il punto nevralgico di tutta la vicenda e ciò nell’intento di dare ai cittadini solo risposte certe. L’amministrazione si riserva di valutare ogni possibile azione a tutela della cittadinanza a fronte del grave disservizio e danno subito”.

CONDIVIDI