Home Cronaca Crolla la falesia ai Marinaretti, sopralluogo della Polizia Locale di Nettuno

Crolla la falesia ai Marinaretti, sopralluogo della Polizia Locale di Nettuno

Sono stati i cittadini a segnalare al comando della Polizia Locale, guidato dal comandante Antonio Arancio, il crollo di alcuni blocchi di falesia nella zona dei Marinaretti a Nettuno. Il distacco si è verificato a Punta Borghese, proprio sotto le terrazze di un pub del litorale.

692
CONDIVIDI

Sono stati i cittadini a segnalare al comando della Polizia Locale, guidato dal comandante Antonio Arancio, il crollo di alcuni blocchi di falesia nella zona dei Marinaretti a Nettuno. Il distacco si è verificato a Punta Borghese, proprio sotto le terrazze di un pub del litorale. I due grossi blocchi hanno travolto un alberto e una sorta di baracchino allestito come piccolo magazzino di attrezzature estive per la balneazione. I massi sono arrivati fin sulla spiaggia e se ci fosse stato qualcuno sotto sarebbero stati pericolosissimi.

La staccionata di protezione posizionata la scorsa estate dalla Polizia Locale, che ha resistito egregiamente fino a qualche giorno fa, proprio nelle ore scorse ore era stata danneggiata da una forte mareggiata, in corso anche in questo momento. La Polizia Locale è intervenuta sul posto in meno di 15 minuti e, dopo un rapido sopralluogo e i dovuti rilievi fotografici, è stata disposta la chiusura al passaggio di tutta l’area sottostante.

La Polizia Locale ha agitato immediatamente posizionato il nastro bicolore per segnalare il pericolo in attesa di un intervento più radicale da parte del personale della Poseidon che in breve dovrà ripristinare la barriera protettiva in legno e metallo. La Polizia Locale ha quindi disposto anche delle verifiche sulla stabilità delle pertinenze esterne delle abitazioni sovrastanti. Il comune di Nettuno ha ottenuto un finanziamento da parte della Regione Lazio per la messa in sicurezza della barriera di falesia locale, ma i fondi non sono ancora a disposizione dell’Amministrazione comunale.

CONDIVIDI