Home Politica Articolo denigratorio, il Comune di Anzio querela il quotidiano La Repubblica

Articolo denigratorio, il Comune di Anzio querela il quotidiano La Repubblica

L'Amministrazione comunale di Anzio ha dato incarico legale all'avvocato Giovanni Di Battista,

760
CONDIVIDI
Il Sindaco di Anzio Luciano Bruschini

L’Amministrazione comunale di Anzio ha dato incarico legale all’avvocato Giovanni Di Battista, per tutelare l’immagine della Città di Anzio rispetto agli articoli pubblicati sul quotidiano La Repubblica considerati lesivi. Si tratta degli articoli a firma di Federica Angeli con particolare riferimento al pezzo dal titolo “Anzio, tra affari e clan: ‘ndrine e camorristi si dividono la costa. I lidi segnano i confini” pubblicato lo scorso 30 giugno, che traccia un quadro inquietante sulla presenza dei clan nel comune neroniano. Oltre a quella del Comune sono state presentate anche altre querele, da parte dei singoli nominati nell’articolo, che si sono sentiti lesi dalle affermazioni pubblicate.

Non è la prima volta che il Sindaco Luciano Bruschini si rivolge ai legali per tutelare l’immagine del Comune, lo ha già fatto a seguito di un servizio andato in onda su La7 e, nella querela l’amministrazione ha chiesto 5 milioni di euro di danno sia all’emittente televisiva che alla Senatrice del Movimento a 5 stelle Elena Fattori che ha chiesto insistentemente una commissione d’accesso per presente infiltrazioni mafiose, mai concessa dagli organi competenti.