Home Politica Depuratore, il Sindaco di Nettuno scrive ad Acqualatina: “Controlli tecnici subito”

Depuratore, il Sindaco di Nettuno scrive ad Acqualatina: “Controlli tecnici subito”

E’ stata inviata ai Vertici di Acqualatina, dell’Ato 4 (l’Ambito territoriale ottimale per il servizio idrico integrato), all’Arpa Lazio, alla Asl Roma 6, alla Città metropolitana,

1605
CONDIVIDI
Il depuratore di Cretarossa
Angelo Casto

E’ stata inviata ai Vertici di Acqualatina, dell’Ato 4 (l’Ambito territoriale ottimale per il servizio idrico integrato), all’Arpa Lazio, alla Asl Roma 6, alla Città metropolitana, al servizio di Polizia locale di Città metropolitana, alla Direzione regionale Lazio Ambiente e Sistemi naturali Area Conservazione e Tutela qualità Ambiente, al Ministero per la Salute, ai dirigenti comunali di settore e all’Ufficio Circondariale marittimo di Anzio una lettera dl Sindaco di Nettuno Angelo Casto che, in vista della stagione estiva chiede vengano posti in essere “Accorgimenti quali quantitativi e monitoraggio del depuratore comunale della città di Nettuno, in gestione ad Acqualatina.

Una serie di destinatari lunghissima, come a voler richiamare, ognuno per il suo settore di competenze, al controllo certosino di una situazione che negli anni passati ha avuto più di qualche problema.

“In occasione dell’imminente arrivo della stagione balneare che verrà – come ogni anno – un notevole incremento della popolazione residente – scrive il Sindaco – in forma preventiva, allo scopo di evitare che si verifichino situazioni come quella dello scorso anno in agosto, si chiede ad Acqualatina di predisporsi in modo tale da mettere in atto tutti gli accorgimenti necessari, (tecnici e di controllo) per ottenere la corretta depurazione delle acque reflue che sversano nel Mari Tirreno anche ai fini della balneabilità sicura. Inoltre Acqualatina è pregata di informare periodicamente il Dirigente comunale Sapeva e l’Ingegner Vagnozzi di Ato4 di ogni eventuale anomalia di funzionamento. Si prega infine – conclude il Sindaco Casto – di porre la massima attenzione alla regolare funzionalità degli impianti di sollevamento e scolmatori di piena afferenti al Depuratore comunale, così da impedire ogni eventualità di possibile confluenza di refluo non depurato direttamente nel Mar Tirreno centrale settore Est, chiedendo inoltre di garantire un efficace, efficiente continui monitoraggio ambientale per la corrette gestione delle emergenze”.