Home Cronaca Aggressione ad una donna e ad un vigile, la Polizia Locale “toglie”...

Aggressione ad una donna e ad un vigile, la Polizia Locale “toglie” un pitbull ai proprietari

Quattro denunce ai proprietari che lasciavano senza guinzaglio e museruola il cane. Dopo il ferimento di una donna è scattato il provvedimento

3676
CONDIVIDI

E’ stato tolto ai proprietari un pitbull che si è reso protagonista di diverse aggressioni con ben quattro denunce elevate a carico di una cittadina rumena che ne deteneva la custodia, assieme alla sorella minore, perché lo portava a passeggio senza guinzaglio né museruola creando spesso e volentieri provocava paura e timore nei frequentatori del parco di Villa Adele.

Proprio nel centrale parco cittadino il cane era stato lasciato scorrazzare liberamente dalla proprietaria, alla presenza di genitori e bambini spaventati. Sul posto intervenì proprio la Polizia Locale che ha tentato di recuperare l’animale, ma nel tentativo un agente subì un tentativo di aggressione da parte del cane. L’uomo riuscì a mettersi al riparo e a non subire danni fisici, cavandosela con la sola giacca di ordinanza strappata da un morso.

Dopo altre due aggressioni per fortuna lievi a due cittadini, fatti per cui il proprietario veniva nuovamente sanzionato, la scorsa settimana lo stesso cane veniva lasciato ancora libero in spiaggia dove ha aggredito ad un braccio una donna che ha sporto prontamente denuncia presso i Carabinieri della Compagnia di Anzio. A seguito di questo ennesimo episodio il comando della Polizia Locale di Anzio ha avviato le indagini del caso per individuare il cane e i suoi padroni padrone. Da qui è scattata la richiesta al servizio veterinario della Locale ASL di pronunciarsi circa la pericolosità dell’animale, che per altro nelle precedenti occasioni si era sottratto anche alle prescrizioni della stessa ASL. A seguito di tale certificazione l’emissione dell’ordinanza e l’odierna esecuzione che ha portato il cane in affidamento al canile municipale a spese del proprietario togliendolo così a quest’ultimo.